Le mamme, tra meraviglie e mostri.

14 maggio, 2017 | Commenta per primo

I bilanci sono più forti di me. Eppure, questo giorno mi obbliga a voltarmi indietro e chiedermi: "e quindi, che mamma sono?". Quindi, ripenso a me stessa, in questi sei anni. Rivedo una mamma in corsa che arranca e si affanna più degli altri. Che vive in prima linea. E in prima linea, sveglia, bacia, nutre, veste, urla, guida, torna, lavora, ritorna, cerca altri lavori, accompagna, corre, fa la spesa, prepara, gioca, apparecchia, sparecchia e tira su le coperte. Ripulisce vomiti notturni, consola, si dimentica il bucato nella lavatrice dalla mattina, disdice impegni per colpa di febbri improvvise. Perde i pezzi per strada. ...

Leggi tutto

Resistere alla distanza.

15 aprile, 2017 | Commenta per primo

Non è stato prepararle la valigia con i vestiti estivi, quelli che qui indossa solo da giugno in poi. Non è stato scegliere assieme collanine e fermagli per capelli. Perché so che le farà piacere averli. Non è stato vederla indecisa tra la bambola testa a penzoloni e il cane Titti, tra i libri e l’album da colorare. Cosa le potrebbe servire per non mancarle anche quando le manchi. Non è stato infilare merendine, ovetti di cioccolato gluten free nello zainetto, avvolgendoli come neonati in fasce. Non è stato nemmeno guardarla dormire questa mattina, e prima di svegliarla, fare il pieno di baci e del suo ...

Leggi tutto

L’IPhapà: il nuovo modello di padre che spopola.

5 novembre, 2016 | 1 Commento

Corre l’anno 2016, e un nuovo modello di padre si aggira nelle famiglie di quasi tutto il mondo, o almeno in quello tecnologicamente avanzato. Ripreso da foto e telecamere trappola sembra si tratti di un figura di taglia subadulta e caratteristiche morfologiche diverse dall’esemplare “papà” registrato prima dell’avvento dello smartphone. Né meglio e né peggio del suo predecessore, ma solo diverso. E’ l’IPhapà versione 4s in poi: colui che istruisce, intrattiene, comunica e guarda la prole utilizzando un unico mezzo a sua disposizione: l’Iphone. Colui, che quando Jobs ha detto “siate affamati” è diventato diabetico a furia di abbuffarsi di gruppi di whatsApp. Colui ...

Leggi tutto