auguri mamme.

{ Commenta }

11 maggio, 2014

Auguri a tutte le mamme.
A quelle che hanno sfornato cinque figli. A quelle che uno gli è bastato, grazie.
A quelle che esorcizzano con il sorriso e anche a quelle con un palo in culo che incontri all’asilo.
A quelle col tacco 10 tra i sanpietrini, e a quelle oramai solo converse per motivi squisitamente pratici.
A quelle che sognano un giorno di libertà.
 A quelle che se lo prendono.
A quelle che esercitano, a volte, l’egoismo.
A quelle che schiattano, a volte, sotto il senso di colpa.
Alle mamme chiocce, appiccicate alla prole come una gomma ciancicata sui jeans. A quelle severe generali e a quelle sticazzi, torna dalla mamma solo quando hai il sopracciglio sanguinante.
A quelle che i figli li volevano e a quelle che davanti al test di gravidanza hanno tirato giù quattro santi dal calendario.
A quelle che hanno prodotto latte a catena, e a quelle con una penuria da guerra mondiale e devoluzione dello stipendio alla Neolatte.
Alle mamme che hanno preso 25 kg in gravidanza e anche a quelle quattro stronze che ne hanno presi 6 e lo raccontano pure in giro.
A quelle che hanno i bambini famelici, pari ad aspirapolveri fabbricati dalla Rowenta. A quelle che la prole ha l’anoressia congenita.
Alle mamme che impilano le magliette in ordine di colore, a quelle che le magliette le ritrovano due anni dopo appallottolati in fondo all’armadio.
A quelle che si addormentano con il dito nella sua manina.
A quelle che sono contente di immolare le proprie camicie al suo reflusso e la vita sessuale ai suoi risvegli.
A quelle culose che dopo il terzo figlio hanno una forma perfetta, boccoli biondi e una quarta di reggiseno. E a quelle con la cellulite latente che si mostra in tutta la sua budinezza.
A quelle che continuano a viaggiare con e senza figli, come prima. E quelle invece che l’ultimo posto interessante dove sono state è il Toys Center.
A quelle che alle 8 del mattino ti sembra abbiano appena finito il turno al semaforo. A quelle che come prima hanno motivi migliori per passare le notti in bianco.

A quelle che la carriera viene prima di tutto. Lo shopping viene prima di tutto. Lo spritz con le amiche prima di tutto.

Alle mamme che spulciano casa come Grissom di C.S.I., e a quelle che non masticano neppure dopo 15 anni una parola di italocasalingo.
A quelle solo cibo bio, vegan, seitan, tofu, niente caramelle e niente televisione. Ma anche a quelle basta che magna e non piagne.
Alle mamme che sanno sempre tutto, ma soprattutto a quelle che pensano di non saperne mai abbastanza.
Insomma auguri a tutte, ma proprio a tutte le mamme che ci sono in ognuna di noi.

Fashion     Food     Senza categoria     Viaggi    

11 maggio, 2014      0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *