Io creativa per momenti, e a momenti.

{ Commenta }

13 ottobre, 2016

Ho sempre avuto la passione, oltre che per la scrittura, anche per le arti visive di qualsiasi genere: disegno, design, illustrazioni. Alle medie andavo fiera del mio quaderno di musica, e non per note e spartiti, ma per come disegnavo gli strumenti musicali. Poi è stato il momento dei murales e delle bombolette spray. Della fotografia all’università. Con la tecnologia e la possibilità di scegliere un regalo, ho chiesto l’Adobe Creative Suite 4 (CS4): da quel momento photoshop e illustrator non sono solo una passione ma un secondo punto di vista.

Sono affascinata dalla bellezza del processo creativo, la possibilità di realizzare qualcosa di originale, unico e solo mio. Che si tratti di un calendario dell’avvento per Purpi, di un manifesto per un amico, di un quadro da appendere nella nuova casa. Ma anche un vecchio comodino a cui ridare un’anima, un lampadario di carta ikea da abbellire o una parete da rinnovare color lavagna. Sono tutte emozioni che aggiungo alla mia vita.

Molte di queste cose le ho trasformate in lavoro – e cosa c’è di più bello che trasformare una passione in lavoro? – altre invece le misuro con parametri del tutto diversi: il piacere e il divertimento che mi danno.

Per questo, quando mia sorella mi ha proposto di occuparmi della parte grafica del suo matrimonio, mi sono divertita a strattonare le sue idee, a spingerle oltre e arricchirle della mia creatività. Certo, non pretendo di essere un professionista del mestiere e probabilmente non lo sarò mai. Questi stessi lavori, giudicati da un grafico, un creativo di professione, risulteranno sicuramente approssimativi, poco interessanti. Eppure sono le mie idee, il mio modo di vedere le cose. Parlano di me, di come mi diverte mettermi in gioco. Creare, creare, creare…

Il tema era gli anni ’50 in chiave green.

Le partecipazioni,  in cartoncino e carta riciclata con il timeline estraibile, una specie di scaletta che scandisce i tempi della giornata.

img_7827


img_7840

 img_7828

Per la funzione religiosa:

img_7834

libro messa con annesso fazzoletto di carta “SOLO PER LACRIME DI GIOIA”

img_7824

sacchetto porta riso “PER UN LANCIO INTRISO DI PROSPERITA’ E FELICITA’”

– per gli ospiti animalisti, il sacchetto porta semi per uccelli.

img_7842

Il tableau de mariage molto, molto shabby chic 🙂

img_7831

Il segnaposto era una scintillina di natale da accendere durante il taglio della torta “PER RENDERE SCINTILLANTE IL NOSTRO MOMENTO”. E siccome non tutti vanno in giro con un accendino, se non sono dei fumatori come me, ho inserito anche un fiammifero e il necessario per accenderla.

scint

Le torte in pasta di zucchero non mi fanno impazzire, non solo per il gusto, ma anche perché sembrano tanto belle quanto finte. Preferisco quelle nude, con il pan di spagna e la crema che si vede. Si chiama naked cake e questa è quella di mia sorella.

img_7835

– E che fai, dopo aver aiutato tua sorella, non lo vuoi aiutare tuo cugino? Che poi la sua sposa è pure meno esigente di zia Tette.

img_7830

Questa volta però, per il montaggio, ho arruolato manovalanza a basso costo, cugine, zie, nipoti e vicine di ombrellone.

img_7826

Fashion     Food     Senza categoria     Viaggi    

13 ottobre, 2016      3 commenti

  1. Betty

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *